Pubblicata la relazione semestrale della DIA presentata dal Ministro dell’interno e relativa all’analisi sui fenomeni di criminalità organizzata di stampo mafioso del II semestre del 2021

DIA, relazione semestrale: le mafie infiltrano l’economia

L’infiltrazione economica – finanziaria è ormai considerato il modello ispiratore dei gruppi criminali
Francesca De Simone

Oltre 165milioni sequestrati e 108milioni confiscati, a cui si aggiungono le attività di prevenzione con 527 imprese monitorate e 113 aziende nei cantieri, 373 interdittive antimafia e 68.955 segnalazioni per operazioni sospette: sono questi i principali numeri riportati nella relazione semestrale della DIA, la Direzione Investigativa Antimafia e che fa riferimento alla seconda parte del 2021. L'analisi è realizzata sulla base delle evidenze investigative, giudiziarie e di prevenzione e conferma, ancora una volta, che il modello ispiratore delle diverse organizzazioni criminali di tipo mafioso appare sempre meno legato ad eclatanti manifestazioni di violenza ed è, invece, rivolto verso l'infiltrazione economico-finanziaria. Ciò appare una conferma di quanto era stato già previsto nelle ultime relazioni ed evidenzia la strategicità dell'aggressione ai sodalizi mafiosi anche sotto il profilo patrimoniale tesa ad arginare il riutilizzo dei capitali illecitamente accumulati per evitare l'inquinamento dei mercati e dell'Ordine pubblico economico. Una direttrice d'azione importantissima che ha consentito sino ad ora di ridurre drasticamente la capacità criminale delle mafie evitando effetti che altrimenti sarebbero stati disastrosi per il "sistema Paese". La relazione di questo semestre descrive i profili evolutivi delle organizzazioni di tipo mafioso e di matrice etnica soffermandosi sui rispettivi modus operandi e avendo riguardo alle differenti capacità in ordine alla infiltrazione nell'economia legale e al turbamento dell'ordine e della sicurezza pubblica. La portata dei provvedimenti di prevenzione eseguiti nel semestre in esame testimonia l'attenzione verso il settore della Direzione Investigativa Antimafia che orienta le sue attività per proteggere il tessuto economico del Paese dalle ingerenze della criminalità organizzata.

Leggi anche