Serata conclusiva con le premiazioni dei giovani creativi

Fabula 2021, gran finale con Lello Arena

sul palco dell'Arena Summer anche Emanuele De Martino e Patrizio Oliva
Francesca Salemme

Con la vittoria della dodicenne Angela Della Corte con "Il Procione Gentile" nella categoria favole; di Francesca Landolfi (veterana della manifestazione) con il testo "Alla ricerca della felicità" nella categoria over14 e novità di quest'edizione, l'assegnazione del Premio da parte dei creativi (capitanati dalla professoressa Manera) a Emanuela Oliva autrice di "Noi che siamo d'istanti" (tra i vincitori anche della categoria Affabulatori) si è conclusa ieri sera l'edizione 10+1 di Fabula.

Nell'Arena Summer, prima dell'arrivo del grande Lello Arena sul palco sono sfilati Emanuele De Martino e Patrizio Oliva e il giornalista Gabriele Bojano. L'oro alle Olimpiadi di Mosca del 1980, è intervenuto con De Martino, regista di "Antonio", il cortometraggio in cui Oliva veste i panni dell'attore. Il giornalista Bojano, tinvece, ra aneddoti personali e suggerimenti professionali, ha chiuso il cerchio invitando i partecipanti ad avere sempre la febbre di sapere.

Il vero mattatore della serata, però è stato Lello Arena e i suoi mille aneddoti Troisi: «Massimo si alzava tardi, solitamente dopo le 14, e meno male perché non ce l'avremmo fatta a raggere la sua capacità di invenzione h24. Attraverso la sua fantasia cercava di costruire un nuovo universo, ci ha sempre invitati a giocare ma seriamente. Il film che porto nel cuore? "Ricomincio da tre" perché in quell'occasione ho fatto di tutto, anche portato il caffè, oltre a fare l'attore. Non sapevamo come si faceva un film. E poi "Scusate il ritardo": per girare quella scena sotto la pioggia utilizzammo 4 autobotti dei vigili del fuoco. Tutto merito della grande maestria di Massimo: 9 minuti in piano sequenza…Una grande idea di regia e di scrittura! Con lui potevo fare cose che non posso fare con nessun altro. Se sognate questo mestiere fatelo solo se pensate di essere un tramite e non per la fama o i soldi».

Leggi anche