Boom segnato da numeri migliori di quelli del 2019, prima della pandemia (tre milioni in più) e del 2020

Ferragosto da sold out

Sono 13 milioni i turisti italiani in vacanza a cavallo della festività estiva per eccellenza
Francesca Salemme

Ferragosto da sold out. In Italia. In Campania. Sono 13 milioni i turisti italiani in vacanza a cavallo della festività estiva per eccellenza. Fino al 19 sono ridotte al lumicino le speranze di trovare un posto per dormire: otto milioni quelli che hanno googolato alla ricerca di una sistemazione per la notte, prenotate oltre l'89% delle camere disponibili sui principali portali delle agenzie online. In cima alle preferenze dei vacanzieri le località balneari, seguite a distanza da montagna, terme, laghi, colline e borghi.

Tutto esaurito, dappertutto, secondo le indagini condotte dalle associazioni di categoria (tra il 13 ed il 16 agosto si stimano 11,5 milioni di pernottamenti e 1,4 miliardi di spesa turistica), con un boom segnato da numeri migliori di quelli del 2019, prima della pandemia (tre milioni in più) e del 2020 con 2,4 milioni in più ad agosto, mese che l'anno scorso aveva beneficiato della concentrazione delle ferie estive a conclusione del primo lockdown.

Gli italiani tutti sono partiti alla riscoperta del belpaese, prendendo d'assalto luoghi noti e meno noti – nella nostra regione tutto esaurito sulle isole e le costiere Amalfitana e Sorrentina; vola il Cilento e si registrano buoni trend anche per l'area flegrea e domizia, dove, oltre alle bellezze naturali e artistiche, attirano l'offerta eno-gastronomica e la possibilità di dedicarsi ad attività artigianali, artistiche, agricole.

Si ricominciano a vedere i turisti stranieri. Quattro milioni, secondo i dati raccolti, sono quelli sbarcati in Italia sull'onda dell'effetto positivo del lasciapassare europeo. Una presenza consistente, anche se lontanissima dal pre-pandemia, che garantisce una boccata di ossigeno in particolare alle città d'arte, come Roma, Venezia, Firenze, Milano, Napoli, Palermo.

Le strutture ricettive classiche rimangono le preferite da connazionali e stranieri: ad agosto 11,2 milioni di vacanzieri pernotteranno in alberghi tradizionali, magari dotati di “optional” quali spiagge private, spa, servizi termali. Sfiorano i sei milioni (5,8 milioni), invece, i turisti, in continua crescita, che stanno scegliendo le strutture extra-alberghiere: bed&breakfast, residence, agriturismi, camping, glamping, villaggi vacanze.

Leggi anche