Il Comune, su iniziativa di Peppe Zitarosa, premia gli operatori di Salerno Pulita

“Responsabilità e umanità durante la pandemia”

Durante il lockdown hanno ritirato la differenziata presso le abitazioni delle persone malate o in quarantena
Francesca Salemme

“Responsabilità e umanità durante la pandemia”: con questa motivazione il sindaco Napoli ha premiato 6 dipendenti di Salerno Pulita che durante i mesi più duri del lockdown hanno effettuato il ritiro porta a porta della differenziata presso le abitazioni delle persone malate o in quarantena. Andrea Apicella, Mario Avella, Diego D'Alessandro, Chantal Fumo, Giuseppe Miele e Candida Siniscalchi sono stati gli operatori che, bardati di tutto punto, mentre tutti erano fermi si sono in modo particolare occupati di raccogliere i rifiuti nelle abitazioni dove c'erano persone contagiate.

"E' stata comunque un'azione rischiosa, anche se condotta con tutta l'attenzione alla sicurezza – ha ricordato il sindaco – dalla sanificazione delle strade ad una serie di lavori, anche Salerno Pulita ha svolto il suo ruolo per affrontare l'emergenza grazie anche all'impegno di questi lavoratori".

"Salerno Pulita ha una funzione sociale – ha ricordato Bennet commentando l'iniziativa – stiamo mettendo a punto una serie di interventi per risolvere tutte le problematiche a breve e lungo termine".

Leggi anche