Salerno, anche autovelox fissi insieme alla zona 30

Alessandro Ferro

Un autovelox fisso sul lungomare Marconi. E poi autovelox mobili in varie zone di Salerno e il limite di velocità a 30 chilometri orari in città. Queste ed altre misure sono allo studio del Comune di Salerno. Il preoccupante aumento del numero di incidenti impone di prendere misure precise per interrompere la striscia di sangue sulle strade cittadine. Da tempo si parla della zona 30 a Salerno per abbassare la velocità consentita e di conseguenza, si spera, anche il numero dei sinistri. Ma la zona 30, da sola, non basta. Ecco perché il Comune vuole attivare un autovelox fisso al lungomare Marconi, la strada più pericolosa a Salerno con 22 incidenti e 2 morti nel 2022 e che, pure negli anni precedenti, ha fatto registrare numerosi sinistri, anche mortali. Parallelamente saranno utilizzate anche postazioni mobili per il rilevamento elettronico della velocità. Le altre strade più pericolose a Salerno, sempre in base al numero di incidenti avvenuti, sono la Lungoirno, via Parmenide, via Croce, via Dei Greci e il lungomare dal centro alla zona orientale. La Federazione italiana ambiente e bicicletta chiede un cambiamento in una città dove “c’è una crescente insicurezza stradale causata da un elevato tasso di motorizzazione e dall’inosservanza delle regole del codice della strada”.

Leggi anche