Vaccinazioni Covid per i profughi afghani arrivati all’ospedale del Mare di Napoli

Anna Sarno

Tutti negativi i 40 profughi del secondo gruppo di arrivi all'ospedale del Mare di Napoli, mentre l'unico positivo del primo gruppo è paucisintomatico ed è ricoverato al Loreto Mare. In fuga da Kabul, i profughi afghani arrivati a Napoli stanno ricevendo i vaccini Johnson (che consentono un'unica dose) o Pfizer. Con l'ausilio dei mediatori viene loro illustrato il consenso informato. Sta bene la donna ricoverata all'ospedale del Mare per la frattura scomposta del piatto tibiale esterno. E' stata operata da una equipe di chirurgia ortopedica. E' stato eseguito un intervento di riduzione e stabilizzazione con placca e viti e, salvo complicazioni, il decorso post operatorio è stimato in 3 giorni. La donna è sveglia e con lei, nella stanza di degenza, c'è il fratello. La Protezione Civile della Regione Campania ha assicurato anche la presenza di psicologi attraverso due postazioni dedicate proprio al supporto agli ospiti e, in particolare, ai bambini. Continuano inoltre le operazioni di raccolta beni in favore dei cittadini afghani anche attraverso le associazioni di volontariato. Non è consentita la consegna presso il Covid Residence ma è possibile far pervenire i beni di prima necessità alla limitrofa Associazione di Protezione Civile Il Quadrifoglio (tel 388.3874980). É già attivo, infine, il servizio lavanderia e si sta tenendo conto anche del regime alimentare degli ospiti.

Leggi anche