Turismo e cultura, boom di visitatori per San Pietro a Corte

Francesca De Simone

E’ stato un 2022 particolarmente positivo quello vissuto dai musei salernitani, gestiti dalla Soprintendenza. La ripresa del turismo nell’anno che si è appena chiuso ha rilanciato anche i luoghi della cultura. Complessivamente sono stati più di 70mila i visitatori per i musei e i siti archeologici gestiti dalla Soprintendenza di Salerno e Avellino, diretta da Raffaella Bonaudo. Un vero e proprio boom lo ha fatto registrare in città il complesso monumentale di San Pietro a Corte con l’Ipogeo e la Cappella Sant’Anna, con ben 31.194 presenze. Addirittura nel solo mese di dicembre, durante il periodo di Luci d’Artista, l’affluenza è stata di 5.549 visitatori. Bene anche la Villa Romana di Minori con 9.577 presenze, anche se il dato si riferisce al primo semestre del 2022, perché successivamente il sito è passato sotto la gestione della Direzione Generale Musei della Campania. Infine, al Museo Archeologico di Buccino i visitatori sono stati 2.619.

Leggi anche