Il club granata lo ha riscattato per 3,5 milioni di euro, Nicola gli consegnerà le chiavi del centrocampo

Bohinen dribbla anche la clausola

A fine campionato il norvegese ha dato il suo assenso a rimanere anche il prossimo anno alla Salernitana
Michele Masturzo

Emil Bohinen ha detto sì alla Salernitana, il matrimonio tra il club granata ed il giovane centrocampista norvegese è destinato a proseguire sebbene sul suo contratto fosse presente una clausola simile a quella che ha causato attrito tra Sabatini e Iervolino per il caso Lassana Coulibaly.

Stando a quanto riportato da Il Mattino, in base a quanto pattuito a gennaio, Bohinen avrebbe dovuto dare il proprio assenso al suo riscatto a titolo definitivo dal Cska Mosca, per il quale la Salernitana ha poi versato ai russi

3,5 milioni di euro. La clausola "subject to consent", ovvero previo consenso, metteva in pratica il pallino del gioco in mano al regista norvegese.

Bohinen, che è stato indubbiamente uno dei principali protagonisti del finale di stagione che ha regalato la salvezza al club granata, ha sgombrato il campo da dubbi, dando il suo assenso alla permanenza a Salerno e cancellando di fatto quella clausola in virtù della quale si sarebbe potuto liberare a fine stagione, soprattutto in caso di retrocessione. E ora mister Nicola è pronto a consegnargli le chiavi del centrocampo della nuova Salernitana.

Leggi anche