Un suo post su Instagram fa pensare al possibile addio ma il club ragionerà del futuro del mancino con la Sampdoria

Bonazzoli, brioche e saluti ai tifosi. La società valuta il riscatto

L'attaccante di Manerbio mantiene la promessa ed offre il gelato ai supporters granata
Michele Masturzo

10 gol realizzati in 32 partite di campionato, doppietta nella gara d'esordio in Coppa Italia contro la Reggina, Federico Bonazzoli ha avuto sicuramente un impatto importante nella stagione 2021/22. Il capocannoniere granata ha fatto registrare il suo record personale di marcature in Serie A ed ha contribuito in maniera determinante alla salvezza conseguita dalla Salernitana. Nei quasi 2 mila minuti trascorsi in campo, l'attaccante bresciano di Manerbio ha mostrato numeri importanti per la categoria, tra rabone, rovesciate, cambi di gioco, calci piazzati, sforbiciate, intuizioni che denotano talento ma anche pa.20/-*

use di rendimento (pure nell'arco di una stessa partita). Di sicuro, Bonazzoli è stato uno dei beniamini della tifoseria e ieri ha mantenuto fede alla parola data: con la permanenza in massima serie in tasca, l'ex enfant prodige del calcio italiano ha offerto brioche al gelato a tutti coloro i quali hanno risposto al suo invito pubblicato sui social. Poco dopo questo bagno d'affetto (e di zuccheri), Bonazzoli ha pubblicato sul suo profilo Instagram un post al sapore d'addio: "Mi sono concesso qualche ora in più per scrivere queste righe, e per una volta ho voluto lasciarmi trasportare dalle sensazioni profonde che provengono dal cuore e non da quelle glaciali e roboanti dell'istinto. Grazie Salerno. Semplicemente Grazie. Infinitamente Grazie. Mille e mille volte ancora Grazie. Un viaggio INSIEME iniziato il 4 agosto 2021 e terminato il 22 Maggio 2022 come meglio non si poteva, con un lieto fine che nemmeno le più belle favole sanno regalare. Nel mezzo di questi 9 mesi una valanga di emozioni, sentimenti, difficoltà, paure, ma sempre con un unico denominatore comune: La consapevolezza di potercela fare, di dovercela fare e di regalare a questa magica gente e a questa magica città un SOGNO, che in fondo era anche un po' il nostro sogno, era un po' il SOGNO di tutti. È stato subito amore reciproco, la sensazione fin dal primo istante di essere arrivato nel posto giusto al momento giusto, tra le vostre braccia. Quelle braccia che non hanno smesso nemmeno per un secondo di coccolarmi, di cullarmi, di proteggermi, quelle braccia che non mi hanno mai lasciato solo. "Bonazzoli fa gol", sono le uniche 3 parole che rimbomberanno costantemente nella mia testa, senza via di fuga, senza tregua. Ho dato tutto me stesso per questa gloriosa maglia, ho lottato con tutte le mie forze, raschiando fino in fondo il barile, fino all'ultima goccia di sudore. Oggi lascio Salerno con un unico pensiero: Quello di non sapere se sono riuscito a restituirvi tutto l'amore, l'affetto e la gratitudine che VOI avete dato a me. Grazie Salerno, Grazie Salernitani, Grazie Sud, INSIEME abbiamo scritto una pagina indimenticabile di STORIA. Non vi dimenticherò MAI!".

Eppure il futuro di Bonazzoli sembra tutto da scrivere. L'attaccante lombardo è giunto alla Salernitana in prestito con diritto di riscatto in caso di salvezza già fissato a circa 3 milioni di euro. La Sampdoria, proprietaria del suo cartellino, ha però mantenuto il controriscatto e potrebbe decidere di farlo valere, alla luce del rendimento offerto in stagione dal mancino (in ogni caso, i blucerchiati dovranno versare il 20% della futura rivendita nelle casse dell'Inter, nel cui vivaio Bonazzoli è cresciuto). A Sabatini non dispiacerebbe vedere di nuovo Bonazzoli in granata e nei prossimi giorni, al di là del post pubblicato ieri dall'attaccante, la questione verrà approfondita.

Leggi anche