Esterni, valutazioni in corso su Sambia e possibili rinforzi

Michele Masturzo

L’infortunio occorso a Pasquale Mazzocchi e la contemporanea squalifica di Candreva obbligano la Salernitana, in vista dei primi impegni del 2023, a fare delle valutazioni sia in sede di mercato che di gerarchie.
“È solo un contrattempo, per fortuna è meno grave del previsto – ha scritto Mazzocchi sui suoi social dopo essersi sottoposto a controlli al Check Up che hanno confermato il trauma contusivo-distorsivo al ginocchio con interessamento del legamento mediale collaterale –. Sfrutterò ogni ora di ogni giornata di questa sosta per tornare in campo. Farò presto, l’antidoto è sempre il veleno!”. L’esterno napoletano, come accaduto a Bohinen, realisticamente non tornerà in campo prima di due mesi.
Per la sfida contro il Milan, in programma il 4 gennaio alle 12.30, ad oggi mister Nicola ha a disposizione come esterni i soli Bradaric e Sambia. Il primo nelle ultime giornate si è ritagliato un ruolo da protagonista: in casa della Lazio, ad esempio, ha regalato un assist al bacio a Dia. Il secondo, invece, nelle prime 15 giornate di campionato ha rappresentato un vero e proprio oggetto misterioso: l’ex giocatore del Montpellier ha trascorso la miseria di 49 minuti in campo, spalmati su appena 5 presenze con la maglia granata. La società stava valutando la possibilità di cederlo ma il problema fisico a cui è andato incontro Mazzocchi in nazionale e l’indisponibilità per squalifica di Candreva per la gara all’Arechi coi campioni d’Italia in carica potrebbero costringere De Sanctis a rivedere i suoi piani. Il diesse, segnalato sulle tracce di Birindelli e Faraoni, in questi giorni potrebbe confrontarsi con l’allenatore per decidere il futuro di Sambia, che sarà valutato attentamente dallo staff nel corso del mese di dicembre, nonchè le prossime mosse da compiere in sede di mercato.

Leggi anche