Lo Scafati Basket si prepara a tornare a casa

Michele Masturzo

Non è stata solo la sfortuna questa volta a fermare lo Scafati Basket. Nonostante l’ottimo piglio con cui ha affrontato la trasferta di Trento, sul parquet di uno dei team più competitivi della massima categoria italiana, la compagine dell’Agro si è macchiata di qualche errore di troppo su entrambi i lati del campo, pregiudicando l’esito finale del match, terminato ad appannaggio dei padroni di casa con il punteggio di 75-68. Ancora senza Henry (che non si è completamente ripreso dall’infortunio muscolare che lo ha costretto a restare fuori anche nel precedente turno di campionato), il quintetto di coach Rossi non è apparso lucido e determinato come nelle precedenti occasioni, soprattutto nei momenti decisivi della sfida, in cui gli avversari hanno invece avuto il merito di essere stati più precisi e tonici. Continuano a non convincere le prestazioni di Pinkins e Thompson e non è escluso che la società possa decidere di ricorrere nuovamente al mercato per cambiare qualcosa.
Intanto, l’attenzione del club è già rivolta al prossimo impegno con Varese, che segnerà il ritorno a casa dello Scafati Basket. Il match con il glorioso club lombardo, infatti, si giocherà al PalaMangano, che ha ottenuto agibilità ed omologazione grazie all’impegno del presidente Longobardi. Finalmente, il team gialloblu potrà disputare le gare casalinghe di quella A1 faticosamente conquistata sul campo tra le mura amiche dell’impianto di viale della Gloria, davanti ai suoi tifosi. Il primo appuntamento è fissato dunque per domenica alle ore 16.

Leggi anche