Con la Reggina in campo Djuric, Di Tacchio, Mamadou Coulibaly, Jaroszynski, Gyomber e Belec

Salernitana col 3-5-2, metà squadra è dell’anno scorso

Dei nuovi giocheranno Strandberg, Zortea, Obi, Ruggeri e Bonazzoli
Alessandro Ferro

Ora si fa sul serio. Certo la Coppa Italia non è come il campionato ma è sicuramente un impegno più importante delle amichevoli fin qui disputate e rappresenta un banco di prova significativo. Anche se l'organico è incompleto e la preparazione non è ottimale. Contro la Reggina la Salernitana ha il dovere di dare il massimo, per vari motivi. Innanzitutto perché fra sei giorni sarà serie A e la gara di stasera può essere determinante per portare avanti il percorso di crescita della nuova squadra, inevitabilmente condizionato dai continui movimenti di mercato.

Per la prima gara della nuova stagione Castori punta sul vecchio assetto. Nel 3-5-2 troveranno spazio sei giocatori dell'anno scorso: Djuric, Di Tacchio, Mamadou Coulibaly, Jaroszynski, Gyomber e Belec. Dei nuovi saranno in campo Strandberg, Zortea, Obi, Ruggeri e Bonazzoli. Rispetto alla vecchia Salernitana cambia metà squadra per la Coppa Italia ma per la serie A i nuovi innesti nell'undici base saranno senza dubbio di più.

In ordine di schieramento, contro la Reggina i granata giocheranno così. Belec in porta. Gyomber, Strandberg e Jaroszynski in difesa. A centrocampo Zortea a destra e Ruggeri a sinistra, in mezzo Mamadou Coulibaly, Di Tacchio e Obi. In avanti Djuric e Bonazzoli. In panchina il secondo portiere Fiorillo insieme a Bogdan, Aya, Kechrida, Capezzi, Lassana Coulibaly, Kastanos, Iannone e Kristoffersen.

Leggi anche