Salernitana, doppio confronto per il mercato

Michele Masturzo

Iervolino si confronterà prima con Milan per stabilire il budget da investire, quindi incontrerà De Sanctis per valutare la fattibilità delle trattative che il diesse ha pianificato e sulle quali sta lavorando nell’ombra. La Salernitana non cambierà pelle, non farà spese folli nel mercato di gennaio ma proverà a portare a termine delle operazioni che possano accontentare pure le richieste di mister Nicola, alla luce di quello che ha visto nelle prime 15 giornate di campionato.
Un centrocampista che possa “pungolare” Bohinen, un interno in grado di produrre strappi palla al piede, un difensore d’esperienza, uno o due esterni giovani, un centravanti con determinate caratteristiche fisiche: questi gli obiettivi che il club granata cercherà di centrare. E i nomi che stanno circolando in questi giorni lo confermano.
Da Nuytinck a Djuric passando per uno tra Demme e Zurkowski (proposto dalla Fiorentina alla Samp per ottenere Sabiri), Zortea ed eventualmente un giocatore con doti che ricordano quelle di Ederson, vedremo che direzione prenderà il mercato.
Di certo, alle entrate dovranno fare da contraltare le uscite, visto che nei primi mesi della stagione sono già rimasti ai margini (ma a busta paga) Kristoffersen, Sy, Orlando e Micai e che in rosa ci sono elementi che chiaramente non rientrano nei piani dell’allenatore (come Sambia e Motoc), senza dimenticare che i giocatori in scadenza (Capezzi ma soprattutto Gyomber e Radovanovic) potrebbero essere ceduti in assenza di novità sui rinnovi.

Leggi anche