Salernitana: vetrina “mondiale”, in attesa della ripresa

Francesca De Simone

Salernitana ancora ferma ai box, in attesa di riprendere, tra poco più di una settimana, la preparazione per scaldare i motori in vista della ripartenza del campionato. Il programma ufficiale non è stato ancora reso noto, ma la tappa in Turchia, con tanto di amichevoli sul posto, è già certezza. Si torna al lavoro ad inizio dicembre. Allenamenti in città prima della partenza per il mini ritiro ad Antalya, che dovrebbe svolgersi dal 9 al 18 dicembre, con due amichevoli in agenda, la prima con il Fenerbahçe, il 10, la seconda con l’Alanyaspor, il 15. Al ritorno a Salerno, la squadra di Nicola è attesa da un altro test di lusso, quello con il Nizza. Nel programma rimane inserita anche l’amichevole con la Gelbison, che dovrebbe disputarsi a fine dicembre. In attesa di rimettersi in moto, la Salernitana rimane spettatrice interessata dei Mondiali. Il primo granata, dei di scena in Qatar, a fare il suo esordio in campo è stato Boulaye Dia che, con il suo Senegal, ieri, è uscito sconfitto, per 2-0, dalla sfida con l’Olanda. La prima gara “mondiale” dell’attaccante della Salernitana è durata poco meno di settanta minuti. Partito titolare nel tridente offensivo schierato ct Cissé, Dia si è reso pure pericoloso in un paio di circostanze, prima della beffa finale subita dal Senegal. Dopo la battuta d’arresto con gli Orange, il cammino per Dia e soci si fa in salita. Per alimentare il sogno mondiale, occorre la vittoria, venerdì, con i padroni di casa del Qatar. In attesa di assistere alle gesta di Piatek e Bronn, intanto, il club granata continua a guardarsi intorno, prima di passare all’azione in sede di mercato. Movimenti sotto traccia, sulla base delle valutazioni fatte nei giorni scorsi tra il presidente Iervolino ed il diesse Da Sanctis.

Leggi anche