Al via i nuovi progetti

Rifiuti, chiusura definitiva discariche Sardone e Basso dell’Olmo

La EcoAmbiente Spa, società operativa dell’Ente d’ambito Salerno, si concentra ora anche sugli altri impianti e siti avuti in gestione
Francesca De Simone

Risanati i conti economici e avviato l'ammodernamento tecnologico dell'impianto TMB di Battipaglia, la EcoAmbiente Spa, società operativa dell'Ente d'ambito Salerno, presieduta da Vincenzo Petrosino, si concentra ora anche sugli altri impianti e siti avuti in gestione. Tra questi le ex discariche in località Sardone a Giffoni Valle Piana e in località Basso dell'Olmo a Campagna. Per entrambe Ecoambiente ha realizzato i progetti di fattibilità tecnica ed economica finalizzati alla messa in sicurezza, alla rinaturalizzazione dei siti e alla chiusura definitiva.

Per Sardone si tratta di un completamento per il quale si prevede una spesa complessiva di circa 385 mila euro, mentre per Basso dell'Olmo il progetto è molto più consistente e la spesa è di circa 5 milioni 790 mila euro. E' previsto, infatti, una sorta di "cappotto" con diversi strati di terreni vegetali e la riprofilatura della discarica mediante l'utilizzo della frazione organica stabilizzata proveniente dal TMB di Battipaglia, il cui impiego è autorizzato dalla Regione Campania, proprio per la coperture definitive e il restauro dei profili delle discariche. Entrambi i progetti sono stati consegnati all'Eda Salerno che ha già provveduto a trasmettere la richiesta dei due finanziamenti alla Regione Campania.

Leggi anche