Una serata organizzata dall’associazione UNI IN STRADA

Donne nel tempo (e sul palco dell’Augusteo)

per ripercorrere la strada dei diritti delle donne dall'antichità alle ragazze iraniane
Francesca Salemme

Un percorso di riappropriazione  dei propri diritti da parte delle donne lungo lo scorrere del tempo.

Questo il senso di “Donne nel tempo”, l’evento che l’associazione UNI IN STRADA  ha presentato sul palco dell’Augusteo.

Un racconto cominciato dalla storia antica al tempo della Roma di Augusto, passando per il Medioevo e la scuola Medica Salernitana, fino ad  arrivare ai nostri giorni, con il Novecento napoletano e con uno spaccato sulla donna in Iran.

A parlarne, alternandosi sul palco l’archeologo Salvatore Nappo, lo storico-medico Giuseppe Lauriello, La scrittrice Luciana Pennino, l’architetto Carla Maurano.

L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio del Comune di Salerno, delle associazioni Terracilento, Cilentani a Salerno, Rosadigitale, Identità mediterranee, nonché del Rotary Club Pompei Villa dei Misteri.

Leggi anche