Troost-Ekong, visite mediche e primo allenamento in granata

Michele Masturzo

William Troost-Ekong è un nuovo difensore della Salernitana. Il centrale olandese di Harleem, naturalizzato nigeriano dal 2015, sta vivendo delle ore estremamente intense. Ieri pomeriggio ha seguito dalla panchina la sfida tra Watford (la squadra da cui proviene) e Roterham, in serata in aereo ha raggiunto Napoli e poi si è trasferito in albergo. Stamattina si è sottoposto alle rituali visite mediche prima di tuffarsi appieno nell’avventura salernitana.
Per il 29enne alto 191 centimetri si tratta della seconda esperienza in Italia dopo quella vissuta a Udine tra il 2018 e il 2020 (65 presenze in bianconero per lui), in parte condivisa con Davide Nicola, all’epoca allenatore dei friulani, che ritrova ora con estremo piacere in granata. Troost-Ekong è stato prelevato in prestito oneroso dal Watford (con cui è sotto contratto fino al 2025): la Salernitana verserà al club appartenente alla famiglia Pozzo circa 400 mila euro (come parte fissa, a cui bisognerà aggiungere dei bonus in caso di permanenza in A del team dell’ippocampo).
Appena arrivato in città, il centrale della nazionale nigeriana si candida già per una maglia da titolare in un reparto che a Lecce sarà orfano sicuramente degli infortunati Gyomber e Fazio e probabilmente anche di Bronn.
Forte di una notevole esperienza, maturata tra Olanda, Norvegia, Inghilterra (ha giocato anche nel Tottenham), Belgio e Turchia, Troost-Ekong, che ha conquistato pure la medaglia di bronzo alle Olimpiadi nel 2016 a Rio de Janeiro con la Nigeria (di cui oggi è il capitano), ha notevoli doti di leadership e può disimpegnarsi sia nella difesa a tre (in tutte le posizioni) che a quattro. Basterà per tamponare l’emorragia di gol al passivo che in casa Salernitana si fa fatica ad arrestare?

Leggi anche