Il Comune di Salerno ha autorizzato un intervento da 450 mila euro per nuovi tornelli e completamento impianto di videosorveglianza

Il terreno di gioco dell’Arechi non dovrebbe essere stressato

La ditta incaricata della manutenzione suggerisce di preservare il manto erboso per l'esordio in campionato con la Roma
Michele Masturzo

I lavori all'Arechi riprenderanno nei prossimi giorni e saranno completati prima del 29 agosto, quando la Salernitana ospiterà la Roma. C'è un po' di apprensione per le condizioni del manto erboso: la ditta Bisogno che si occupa della manutenzione del terreno di gioco, dopo essere stata "bacchettata" dall'ufficio comunale Verde Pubblico, ha risposto con una puntualizzazione scritta nella quale sconsiglia di stressare in questi giorni il terreno di gioco che viene preparato per la sfida con i giallorosso, declinando eventuali responsabilità per regressi del fondo di gara.

Intanto, l'amministrazione comunale con una determina ha autorizzato un intervento da 450 mila euro per i nuovi tornelli, che saranno installati grazie ai fondi regionali residui stanziati per le Universiadi 2019. Saranno apposti altri tre tornelli doppi per adeguare lo stadio Arechi ai criteri infrastrutturali previsti dalla Lega di Serie A e funzionali all'innalzamento della capienza dagli attuali 26.500 posti ai futuri 37.800, previa autorizzazione della Commissione provinciale di vigilanza.

L'investimento servirà anche per completare l'impianto di videosorveglianza e per adeguare l'impianto elettrico che supporta le telecamere e per dotare lo stadio di un nuovo serbatoio di accumulo gasolio, allo scopo di alimentare il gruppo elettrogeno.

Leggi anche